Poesie monovocaliche

Vi presento, ammesso che non lo conosciate, un piccolo giocattolo della letteratura. Si tratta di: “All’alba Shahrazad andrà ammazzata” di Giuseppe Varaldo. Un libretto che sta nel palmo di una mano ma il contenuto è grandioso. Si tratta di vari giochi, per questo ho parlato di giocattolo, fatti con le vocali e le sillabe. Giuseppe Varaldo prende in considerazione i capolavori della letteratura mondiale e li riassume in sonetti scritti usando una sola vocale, quindi monovocalici. Oppure riassume la vita di un personaggio storico in un endecasillabo con una sola vocale. Ci sono anche giochi linguistici in cui usa solo due vocali oppure due consonanti. In questo spazio ci saranno tre sonetti monovocalici: In ‘E’, ‘A’ e ‘I’. Ho pensato di mettere anche l’introduzione, dove viene spiegata la regola del gioco.

Spero li troviate interessanti.

Chissà che non spingano a leggere le opere che riassumono.

Ugo Tartarugo

Capolavori in sonetti monovocalici

REGOLA DEL GIOCO

Un «capolavoro in sonetto monovocalico» è un gioco che ne contiene tre.

La regola del monovocalismo richiede che intutto il corso del sonetto (titolo escluso) venga impiegata solo una stessa vocale, per quante volte è necessario. È una regola discrittura, non è una regola fonetica («Week-end» è monovocalico in E per come si scrive, e non per come si pronuncia).

La regola del sonetto richiede di comporre due quartine e tre terzine, in endecasillabi rimati. Nel sonetto la successione di rime può variare, ma i quaranta «capolavori in sonetti monovocalici» seguono tutti lo schema ABBA ABBA CDC DCD.

Oltre a quelle del monovocalismo e del sonetto, vigono le regole del riassunto: ogni sonetto monovocalico riassume o parafrasa un capolavoro della letteratura mondiale (che sitratti di un singolo testo, come l’Odissea, o di un insieme di testi, come le Tragedie di Sofocle),

Omero

ODISSEA

Best seller sempre celebre e splendente,

che pene, ebbrezze, beffe, tresche stesse

mescere, seppe, e gente legge e lesse

4 nelle pregresse ere e nel presente.

Se l’erede ventenne è effervescente

(per le veemenze tenere che espresse),

ell’è fedele, perché tesse e stesse

8 le pretese del greve pretendente,

e nel fremente re, fervente crede:

prevede e sente che le brezze fende

11 e che testé, se regge né decede,

per terre greche e etnee le vele tende.

L’ex pezzente, nel cernere le prede,

14 mercé le frecce le vendette prende.

8 Penelope

NOTE:

La vicenda dell’Odissea è qui narrata dal punto divista di Itaca, ossia dalla parte di Telemaco e Penelope che attendono il ritorno di Ulisse.

3 «mescere»: «mescolare», o anche «offrire».

5 «l’erede ventenne»: Telemaco, il figlio di Ulisse.

7 «ell’è fedele»: Penelope che resiste alle pesantiprofferte di Antinoo (v. 8) «stessendo» di notte latela che tesse di giorno.

13 «l’ex pezzente»: Ulisse si era presentato a Itacasotto le spoglie di mendicante, e aveva rivelato lasua identità solo più tardi.

Miguel de Cervantes

IL FANTASTICO CAVALIERE DON CHISCIOTTE DELLA MANCHA

8 Don Chisciotte e Sancio tramonto

Sfasata ha l’alma, stramba la baldanza,

ma a far la catafratta s’arrabatta:

dà la barda al caval, raccatta latta…

4 Dalla campagna va a cavar la ganza:

l’acclama dama, l’ama, n’ha mancanza;

brama jamàs carnal, sballata, astratta…

Panza sarà all’andar la spalla adatta:

8 farà la tara a tanta stravaganza.

Da Salamanca a Malaga a Granada,

la Spagna dal marran saprà affrancar;

11 abbassa l’asta, abbranca l’alta spada:

la larga pala gran manata par!

Placata la mattana (mal aggrada),

14 alla Mancha natal s’avrà da star.

8 Aldonza y Dulcinea

NOTE:

2 «catafratta»: l’armatura che don Chisciotte ricava da vecchie armi, adattate alla meglio.

3 «barda»: armatura del cavallo.

l4 «dalla campagna…ganza»: Dulcinea del Toboso, l’eletta di don Chisciotte, era in realtà la contadina Aldonza Lorenzo.

6 «jamàs carnal»: l’amore di don Chisciotte è cavalleresco e platonico («mai carnale», in spagnolo).

7 «Panza»: Sancho Panza, lo scudiero nonché «spalla» comica e voce del buon senso (v. 8) per don Chisciotte.

10 «marran»: l’insulto degli antichi spagnoli a musulmani ed ebrei convertiti; ma anche, genericamente, «fellone»,

12 «la larga pala…par»: allusione ai mulini a vento, scambiati per giganti minacciosamente gesticolanti.

13 «mal aggrada»: agli altri. La «mattana» di don Chisciotte ha prodotto vari danni (strage di greggi, liberazione di galeotti…).

Giovanni Boccaccio

DECAMERONE

8 Decamerone.jpg

I Frizzi di Pizzini, il vin di Cisti,

i Filippi, i Gisippi, i Pirri, i Lizi,

i Ghini, i Chichibìi, i pii fittizi,

4 i vip, i vili, i ricchi, i miti cristi,

i tiri birichini, i tipi tristi,

i bisticci, gl’intrighi, i tic, gli sfizi…;

disinibiti idilli, pigri vizi,

8 indicibili crimini ci smisti.

Di Cipri, di Clignì, di Civignì

(li dipingi sì nitidi, sì vivi)

11 i tizi, i misirizzi incisi lì.

In schizzi vispi, di cinismí privi,

spinti, risibili, divisi in dì,

14 ci distilli gl’istinti primitivi.

NOTE:

1 «Pizzini»: Biagio Pizzini (VI, 10).

«vin di Cisti»: espressione testuale (VI, 2).

2 «Filippi»: Filippo Argenti (IX, 8).

«Gisippi»: Gisippo (X, 8).

«Pirri»: Pirro (VII, 9).

«Lizi»: Lizio di Valbona (V, 4).

3 «Ghini»: Ghino di Tacco (X, 2).

«Chichibìi»: Chichibìo (VI, 4).

«i Pii fittizi»: personaggi di burlesca religiosità, come san Ciappelletto (I, 1),

9 «Cipri»: l’attuale Cipro: «il re di Cipri» (I, 9).

«Clignì»: l’attuale Cluny: «l’abate di Clignì» (I, 7),

«Civignì»: «Giannotto di Civignì» (I, 2).

11 «misirizzi»: pupazzo che torna sempre diritto, in qualsiasi posizione lo si metta; persona che se la cava in ogni situazione.

13 «dì»: le giornate in cui sono raggruppate le novelle del Decameron.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close