TANABATA-七夕 (“SETTIMA NOTTE”)

Il Tanabata,festività celebrata in Giappone,ha origini molto antiche,collegata al periodo Edo (Medioevo) del Giappone. Questa festa,di origini cinesi,celebra il ricongiungimento delle divinità Orihime e Hikoboshi , rappresentanti le stelle Vega e Altair,che in questa sera si inconreano. Secondo la leggenda i due amanti vennero separati dalla Via Lattea potendosi incontrare solo una volta all’anno, il settimo giorno del settimo mese lunare del calendario lunisolare. La festaContinua a leggere “TANABATA-七夕 (“SETTIMA NOTTE”)”

Menina estás a janela

Ed ora qualcosa di completamente diverso. Parlerò di canzoni. Alla faccia della diversità, dirà qualcuno. Avete ragione. Il mio era solo un abusato espediente per attirare l’attenzione. Anni fa c’era la moda di scrivere, sugli annunci nelle bacheche della mensa universitaria o in altre simili, in grande; SESSO. Le persone incuriosite si avvicinavano per leggereContinua a leggere “Menina estás a janela”

I fari di tutto il mondo

I fari: cosa sono, la loro origine, la loro funzione. I tre fari più antichi del mondo e la loro realizzazione. Il faro più alto del Mediterraneo.

Eva Ibbotson

Basta parlare di poesie. Passiamo a qualcosa di più leggero. La letteratura per ragazzi. In questo caso vi parlo di una scrittrice inglese ma viennese di nascita. Si chiama Eva Ibbotson. Come ho detto è nata a Vienna ma con l’invasione tedesca dell’Austria i suoi genitori si sono trasferiti in Inghilterra e lei dietro. SiContinua a leggere “Eva Ibbotson”

Louise Labé

Piccola escursione nella letteratura francese. Magari quella meno nota. Lasciatemi questa illusione per favore, Grazie. La “meno” nota in questione è Louise Labé. Nota come la “Belle Cordière” per via del padre e del marito, entrambi produttori di cordami. Le voci maligne la chiamavano la “Belle “. A questa malignità lei rispose, argutamente, con unoContinua a leggere “Louise Labé”

Poesie monovocaliche

Vi presento, ammesso che non lo conosciate, un piccolo giocattolo della letteratura. Si tratta di: “All’alba Shahrazad andrà ammazzata” di Giuseppe Varaldo. Un libretto che sta nel palmo di una mano ma il contenuto è grandioso. Si tratta di vari giochi, per questo ho parlato di giocattolo, fatti con le vocali e le sillabe. GiuseppeContinua a leggere “Poesie monovocaliche”

Alcuni modi di dire italiani…

Visto che sono ancora qui, nessuno mi ha ancora cacciato via, continuo, imperterrito, a fare danni. Stavolta su alcuni modi di dire italiani. Come dire… qualcosa terra, terra. Il primo al quale ho pensato è “Stare come il culo con le quarant’ore“ Quando ne ho letto per la prima volta ne parlavano come di unContinua a leggere “Alcuni modi di dire italiani…”