PER UN AMICA CHE NON SI ARRENDE MAI

Giorni fa ho usato con un’amica un paragone non del tutto esatto. Non era sbagliato ma inesatto. Forse aveva bisogno di essere spiegato bene ma non l’ho fatto. Col passare dei giorni ne ho trovato uno migliore e più adatto a lei. Si tratta di una pianta: la gramigna dei muri o parietaria. Si diceContinua a leggere “PER UN AMICA CHE NON SI ARRENDE MAI”

Eva Ibbotson

Basta parlare di poesie. Passiamo a qualcosa di più leggero. La letteratura per ragazzi. In questo caso vi parlo di una scrittrice inglese ma viennese di nascita. Si chiama Eva Ibbotson. Come ho detto è nata a Vienna ma con l’invasione tedesca dell’Austria i suoi genitori si sono trasferiti in Inghilterra e lei dietro. SiContinua a leggere “Eva Ibbotson”

Louise Labé

Piccola escursione nella letteratura francese. Magari quella meno nota. Lasciatemi questa illusione per favore, Grazie. La “meno” nota in questione è Louise Labé. Nota come la “Belle Cordière” per via del padre e del marito, entrambi produttori di cordami. Le voci maligne la chiamavano la “Belle “. A questa malignità lei rispose, argutamente, con unoContinua a leggere “Louise Labé”

Poesie monovocaliche

Vi presento, ammesso che non lo conosciate, un piccolo giocattolo della letteratura. Si tratta di: “All’alba Shahrazad andrà ammazzata” di Giuseppe Varaldo. Un libretto che sta nel palmo di una mano ma il contenuto è grandioso. Si tratta di vari giochi, per questo ho parlato di giocattolo, fatti con le vocali e le sillabe. GiuseppeContinua a leggere “Poesie monovocaliche”

San Valentino

Storie, racconti e amenità varie di Ugo Tartarugo San Valentino. Questa volta tocca alla festa più sdolcinata del calendario. Dalla premessa si deduce il mio gradimento. Visto che ho sufficiente mano libera cerco di celebrarla alla mia maniera. Vi propongo alcune “valentine” scritte da uno dei più famosi poeti dell’800. Edgar Allan Poe. Lo soContinua a leggere “San Valentino”

Lupus in fabula

Storie, racconti e amenità varie di Ugo Tartarugo Questa volta entro nella tana del lupo. Povero me. proverò a parlare di alcuni dei detti latini più usati. Per questo mi sento come se entrassi nella tane del lupo considerando che molti di voi che leggete siete ferratissimi in latino. Siate indulgenti. Abbiate pietà del poveroContinua a leggere “Lupus in fabula”

Omografi

Storie, racconti e amenità varie di Ugo Tartarugo. Parlerò di omografi. Cominciamo con le parole difficili. Dirà qualcuno. Sperando che qualcuno legga queste rubriche. Si comincia con “omografo” e si finisce con “precipitevolissimevolmente”. Di questo passo rischio di perdere i pochi lettori che ho e Giccì mi toglie l’incarico. Abbiate pietà, non abbandonatemi. Tengo famiglia.Continua a leggere “Omografi”

Storie, racconti e amenità varie di Ugo Tartarugo.

Storie, racconti e amenità varie di Ugo Tartarugo Un giorno Giccì (Grande Capo) mi chiama e mi dice: “Ho un grande compito da affidarti”. Io ho pensato: “Ci sarà da montare qualche lampadario o da trasportare qualche vaso di piante o altro di simile”. Invece, con mia grande sorpresa non era niente di questo. DovevoContinua a leggere “Storie, racconti e amenità varie di Ugo Tartarugo.”